lunedì 13 ottobre 2014

Il Frigorifero - Edizioni Imperium


IL FRIGORIFERO
- THE REFRIGERATOR -
Edizioni Imperium

testo e illustrazioni di 
Andrea Alemanno


Cosa può succedere ai signori Cerchia quando arriva il nuovo frigorifero? Una storia sul tempo che passa visto da un punto di vista diverso: quello di un frigorifero.
Il frigorifero è una storia semplice, il racconto dell’affetto di una famiglia per l’oggetto preferito, metallo che sostituisce la carne e che diventa, nel tempo, il figlio che ha sempre desiderato.


--

Il racconto è disponibile in e-book su Amazon e in tutte le librerie on-line.
All’e-book seguirà anche la versione cartacea in un formato speciale, a colori.

The ebook is available on Amazon in italian.
English and Spanish version coming soon!



martedì 16 settembre 2014

Terra! Terra! Storia di Cristoforo Colombo - edizioni Arka

Che bello!
Finalmente è uscito "Terra! Terra! Storia di Cristoforo Colombo" edito da Edizioni Arka.

Buona lettura e se mi incontrate vi faccio la dedica con piacere! ;)



mercoledì 16 luglio 2014

mercoledì 25 giugno 2014

Il posto delle favole - esposizione



A Rocca Sinibalda l’edizione 2014 de
IL POSTO DELLE FAVOLE
Mostra internazionale di illustrazione per l’infanzia


Apre i battenti il 2 agosto a Rocca Sinibalda (Ri) presso il Museo Agapito Miniucchi (piazza della Vittoria 15) l’edizione 2014 della mostra internazionale di illustrazione per l’infanzia IL POSTO DELLE FAVOLE, a cura di Barbara Pavan.

Per un mese intero il museo diventa un grande ‘libro/contenitore’ per fiabe e favole, classiche o contemporanee, illustrate da 42 artisti, italiani e stranieri. La mostra offre al pubblico un ampio panorama del settore dell’illustrazione per bambini e consente di mettere a confronto le diverse tecniche espressive, dall’acquerello al disegno digitale.

In mostra opere di: Andrea Alemanno (Italia), Paula Alter (Argentina), Ofra Amit (Israele), Stefano Bessoni (Italia), Rossana Bossù (Italia), Roberta Bridda (Italia), Valentina Brostean (Serbia), Olga Cazacu (Romania), Maria Cininha (Brasile), Simona Cordero (Italia), Daltr Onde (Italia), Lisa D’Andrea (Italia), Daniela Giarratana (Italia), Giorgia Grippo Belfi (Italia), Matteo Gubellini (Italia), Roger Hoyos (Perù), Nathalie Janer (Francia), Safa Kasaei (Iran), Efi Kokkinaki (Grecia), Akira Kusaka (Giappone), Regina Lukk_Toompere (Estonia), Estelì Meza (Messico), Eva Montanari (Italia), Yolanda Mosquera (Spagna), Patrizia Muzzin (Italia), Eugenia Nobati (Argentina), Ilaria Novelli (Italia), José Luis Ocana (Spagna), Elahe Panahi (Iran), Arianna Papini (Italia), Lucia Ricciardi (Italia), Guridi RN (Spagna), Richolly Rosazza (Italia), Laura Sighinolfi (Italia), Connie Snoek (Olanda), Sarolta Szulyovszky (Ungheria), Chiara Tassinari (Italia), Satoe Tone (Giappone), Arianna Usai (Italia), Jacqueline van Leeuwenstein (Olanda), Luca Vannozzi (Italia) e Daniela Volpari (Italia).
‘Era il 1977 quando Bruno Bettelheim pubblicava il suo testo, - scrive Eliana Frontini nel testo introduttivo alla mostra - dove evidenziava come il mondo incantato delle favole sia indispensabile e fondamentale per lo sviluppo psichico del bambino. Le fiabe contribuiscono a mettere ordine in quel caos interno ed esterno nel quale il bambino si trova catapultato con la nascita, rassicurano i piccoli di fronte alle ansie della vita, placano le loro insicurezze con l’inevitabile lieto fine, che immancabilmente arriva per l’eroe, come premio per aver affrontato con onestà e magari un pizzico di magia mille peripezie, ostacoli e problemi. Alle stesse conclusioni era giunto già nel 1928 Vladimir Jakovlevič Propp (…). Il mondo delle fiabe è sterminato, esse variano a seconda dei luoghi geografici, dei tempi, delle culture, ma sia lo scopo ultimo evidenziato da Bettelheim che le categorie estratte da Propp non cambiano. Inoltre, da sempre, quando una fiaba è edita, è corredata da illustrazioni: è nel XIX secolo che le illustrazioni dei libri di favole raggiungono la loro fase più importante in assoluto, e ancor oggi non c’è fotografia o altra tecnica moderna in grado di sostituire la mano e la sensibilità dell’illustratore di libri per l’infanzia, capace di far sognare qualunque bambino – o adulto – li guardi. Un notevole compendio dei lavori di ben oltre 40 illustratori di libri per bambini di fama internazionale è offerto da “Il posto delle favole”, la splendida kermesse giunta alla seconda edizione, che riesce a raggiungere l’obiettivo di offrire al pubblico un ampio panorama dell’illustrazione contemporanea per l’infanzia. (…) La fiaba come parabola dell’esistenza, strumento semplice e alla portata della semplice razionalità del bambino per comprendere i misteri dell’esistenza, del mondo, della vita: questo era per gli antichi, Esopo e Fedro insegnano, e questo è ancora, nonostante i testi naturalmente contestualizzati nel tempo, per noi. Gli illustratori divengono così attenti guardiani dei ricordi della nostra infanzia, e tutti abbiamo bisogno di ricordi che ci rammentino chi siamo.

La sede espositiva.
Il Museo Agapito Miniucchi, affacciato sulla centrale piazza Vittoria ed attiguo al Municipio di Rocca Sinibalda, è stato inaugurato il 7 luglio del 2007 ed ospita una collezione permanente di opere dell’artista che qui è nato nel 1923.

La mostra sarà visitabile fino al 31 agosto 2014.

Ingresso libero. Orari: giovedì e venerdì 10.30-13 e 18-20; sabato e domenica 10.30-13 e 18-22 oppure su appuntamento al tel. 0765.709056 e mob.320.4571689.

Bookshop a cura di Libreria Moderna, Rieti. Fotografi della manifestazione LuBott

mercoledì 11 giugno 2014

mercoledì 4 giugno 2014

Dove Cade l'Occhio - Illustrameeting 2014

il banner di fb dell'evento realizzato da Riccardo Guasco e Officinae


Con piacere ho avuto modo di partecipare la scorsa settimana ad Illustrameeting.
Una mezza giornata dedicata all'illustrazione e alla grafica e a come queste si uniscano oggi.
Una giornata molto interessante e ricca di spunti e di interventi splendidi come quelli di Riccardo Guasco e Gianluca Garofalo.

Il mio talk, o intervento, l'ho intitolato: "Dove cade l'occhio - l'importanza della composizione nell'illustrazione"
Il motivo del mio talk è semplice: non sempre basta avere una bellissima immagine perfetta tecnicamente. Il più delle volte questa immagine deve funzionare, deve cioè arrivare ad attirare l'attenzione dell'osservatore e a portarlo in un determinato punto del quadro.
Non importa che l'immagine sia una maestà del 1300 o il promo di una compagnia telefonica, alla fine tutti devono ubbidire a queste regole.
Per questo motivo, tanto semplice quanto complesso, ho creato delle slide con alcune immagini che potessero aiutare tutti a capire come può funzionare una immagine.

Di seguito lascio il pdf scaricabile liberamente e la bibliografia (essenziale?!) da cui ho tratto quel che si poteva dire in un quarto d'ora!

Ovviamente il link al video dell'intero incontro che consiglio vivamente di vedere (così capirete meglio anche le mie slide!)

Buona visione!
A.


Bibliografia:
Rudolf Arnheim - Arte e Percezione Visiva
Francesca Prato - Composizione, campo e linguaggio visivo 

domenica 25 maggio 2014

Ornithorhyncus exhibition - 8 june 2014


La mia tavola per la mostra "Ornithorhyncus" che si terrà a Pescia (PT) l'8 Giugno 2014 dalle ore 15:00
Qui l'evento su fb

INVITO
E' ufficiale, l'8 giugno si inaugura l'Ornitorinco Atelier alle 15,00 in Piazza San Romualdo, 1 a Pescia (PT) con una mostra dal titolo Ornitorhynchus che espone brevi testi autografi e illustrazioni donate come augurio di incoraggiamento da amici artisti e scrittori all'Atelier che si spera possa ospitarli per mostre e incontri nei prossimi anni. Ci fa l'onore di tagliare il nastro Gianna Vitali fondatrice della Libreria dei ragazzi di Milano. Saranno presenti autori, illustratori, amici, critici e addetti ai lavori. Alcuni fra i più grandi illustratori italiani hanno già generosamente dato la loro adesione. L'inaugurazione è aperta a tutti, seguirà verso le 17 una festa privata con buffet alla Fabbrica degli Ossi di Pescia per la quale è richiesta esplicita prenotazione (per quantificare la dimensione del buffet stesso e per nessun altro motivo) all'indirizzo info@fabriziosilei.it. 

Altri dettagli della mia illustrazione li potete trovare su BEHANCE!

domenica 18 maggio 2014

Terzo Premio Letteratura Ragazzi


GRANDE ANNUNCIO!

"Barchetta" si aggiudica il terzo premio per il concorso:
PREMIO LETTERATURA RAGAZZI

Sono veramente contento, veramente.
Quel libro significa tanto sia a livello personale che lavorativo per diversi motivi.
Il primo fra tutti è perché dedicai il libro a mio padre che venne a mancare qualche mese prima. Scrissi il testo pensando di rendergli omaggio.
Aver vinto il premio è come aver riconosciuto le qualità di mio padre.
In secondo luogo perché è un libro interamente pensato da me.
Nessun vincolo, nessun limite. Disegnare e scrivere solo quello che pensavo e volevo.
In terzo luogo perché è il libro dei no e della determinazione.
Un libro che ha ricevuto tanti "NO!" ma alla fin fine ha trovato in Vincenzo Lerro e la sua casa editrice "Lineadaria" qualcuno che credesse in lui (anzi lei visto che la barchetta rossa è una femminuccia!).

Un libro che ad alcuni non piaceva ma dove forse, per una volta, ha vinto il concetto del "voglio fare così e basta".

Un premio alla determinazione perché non servono mille NO ma solo un SI.

Sono felice, contento, orgoglioso e soddisfatto.
Un terzo premio, a mio avviso inarrivabile, visto che il primo premio è di Quarello e Calì (chapeau a voi!)
Nel mio piccolo mi son difeso! :)


Un grazie infine a tutti coloro che mi hanno fatto i complimenti e a coloro che guarderanno Barchetta!
GRAZIE